Acquista il Manifesto della Sociosofia di Mario Haussmann
Primo volume - Il Manifesto della Sociosofia di Mario Haussmann

Il Manifesto della Sociosofia

Volume 1

Il primo volume dell'opera è propedeutico per poter comprendere e decodificare la realtà che ci circonda.

“L'uomo è sovrano di tutto ciò che sa, ma è schiavo di tutto ciò che ignora.” 
(Jorge Luis Borges)

Se oggi nel mondo nulla funziona come dovrebbe, ciò non è dovuto a fatalità. Ogni disfunzione ha una ben precisa causa.
Politici, leader ed esperti non hanno da proporre valide soluzioni, non hanno la più pallida idea di come far funzionare sistemi come l’economia, la giustizia, l’istruzione o la sanità pubblica. Di fronte alle ingiustizie abissali del nostro tempo e all’irrazionalità che pervade ogni ambito della vita umana molti si sentono impotenti. Pare che nessuno sappia spiegare in dettaglio come fare per invertire la rotta e dare un nuovo indirizzo alla crescita di tutto il genere umano.

«Ogni male viene dall’ignoranza, ma vi è un male più pericoloso ancora ed è l’ignoranza della propria ignoranza», disse Maometto. Per questo motivo il primo volume offre una panoramica di tutti i più gravi problemi del mondo e ne vengono analizzate le cause per risalire alla loro radice comune. Si tratta di compiere un viaggio attraverso informazioni finora segrete, gelosamente celate ai popoli dai governanti.
Tutto comincia con l’indagare i retroscena di quanto ci viene raccontato quotidianamente.

Il primo volume de Il Manifesto della Sociosofia contiene tutte le informazioni basilari necessarie ad avere una chiara comprensione delle forze attive dietro gli avvenimenti centrali. Infatti diceva Sai Baba che “Non conviene trarre conclusioni affrettate e su basi inconsistenti. Voi siete nati per il bene vostro, e non per quello di qualcun altro. Dovete curare la malattia dell’ignoranza così come curate la fame”.

Il nostro sistema – politico, economico e sociale – è completamente marcio perché si fonda su basi innaturali e solo ponendolo in sintonia con le leggi naturali è possibile curare tutti i malanni che affliggono il pianeta e uscire dal vicolo cieco in cui la nostra società è finita.
Purtroppo l’establishment ci ha indotti a credere che campi come l’economia, la finanza o la geopolitica siano argomenti troppo intricati per essere padroneggiati da chi non è addetto ai lavori. Tutto ciò non è vero e il velo di complessità che ammanta questi temi è solo fumo negli occhi sparso per scoraggiarne l’approccio. Si tratta in fondo di questioni così semplici che possono essere comprese perfino da un bambino, e una volta capito questo non ci sono più ostacoli ad impedire la realizzazione del bene collettivo. Ma per poter giudicare, per poter scegliere e soprattutto per poter fare le cose giuste è indispensabile conoscere e sapere. 

Prefazione
3
Introduzione
9
Capitolo 1
La Sociosofia
31
La Sociosofia è la soluzione a tutti i problemi sociali perché pone fine a ogni gioco di potere mediante un sistema cibernetico auto-regolante bionico, analogo agli organismi viventi e in grado di garantire il benessere di tutti i cittadini. Questo nuovo paradigma dettato dal buon senso crea una vera rinascita sociale attraverso nuova economia, liberando le forze creative e vitali della nazione.
Capitolo 2
Il denaro: il problema
61
Il problema centrale, da cui originano tutti gli altri è l’ignoranza del meccanismo economico. I problemi hanno tutti la loro radice in un difetto strutturale della nostra moneta, che è la vera causa di tutte le aberrazioni del sistema. Riconoscere il difetto di costruzione della moneta, nel quale i principi naturali sono rovesciati, permette di correggere gli errori e di guarire la malattia dell’economia, liberando i popoli dalle catene imposte dal capitalismo.
Capitolo 3
Il sistema bancario: creazione di moneta, signoraggio e inflazione
107
Conoscere i funzionamento del sistema bancario vuol dire riconoscere un immenso scandalo. L’anomalia peculiare sta nel fatto che con l’attività creditizia i prestigiatori della finanza “creano” il denaro, abusando deliberatamente del sistema monetario. Al vertice della piramide bancaria c’è chi si appropria indebitamente del signoraggio, concedendosi la “licenza di rubare” mediante la creazione del debito pubblico e dissanguando l’economia.
Capitolo 4
La congiura: gli attori della cospirazione
157
Per celare alle masse il funzionamento della macro-usura strutturale è stata messa in atto una congiura che ha prodotto un “governo invisibile” di cui non parlano i media. È necessario dare uno sguardo dietro la cortina di invisibilità che avvolge la prassi degli incontri privati tra i membri dell’élite per portare alla luce la minaccia insita nel progetto di dominio globale della cabala di personaggi ombrosi che determinano le macchinazioni dei governi. E bisogna comprendere bene la relazione tra denaro e potere.
Capitolo 5
La congiura 2: i tentacoli del mostro
207
I banchieri internazionali che dominano l’economia mondiale pilotano le vicende delle nazioni influenzando attraverso le società segrete la politica in senso opposto al bene pubblico. L’analisi dei gruppi occulti che inquinano la palude massonica ci permette di comprendere le ragioni per cui lo Stato ha rovinato il sistema economico e il motivo per cui il lavoratore viene retribuito così poco. Prendere atto delle società segrete mostra il modo in cui la brama di potere di individui criminosi riesca manipolare il consenso dei popoli.
Capitolo 6
Il mondo di oggi: segreti, menzogne, raggiri
257
Per comprendere i grandi avvenimenti del mondo come guerre o crisi economiche bisogna guardare dietro le quinte e conoscere i personaggi che muovono le marionette politiche. Solo quando si conoscono i retroscena di fatti come ad esempio le due guerre mondiali, l’assassinio di J.F. Kennedy, la “strategia della tensione” o il tragicamente famoso 11 settembre 2001, diviene chiara l’ipocrisia della classe politica in tutta la sua portata e si riconosce lo schema della congiura globale della mafia di Mammona.
Capitolo 7
Le menti del complotto e i burattinai: chi detiene il potere?
317
Chi sono i personaggi che possiedono i più grandi gruppi bancari del mondo? Facciamo luce su ciò ripercorrendo la storia della famiglia di banchieri più ricca e famigerata: i Rothschild. Prendendo spunto da personaggi come Rockefeller o Morgan si possono riconoscere i legami tra gli individui più ricchi del pianeta e l’agenda dei banchieri per ottenere il dominio globale, ovvero il metodo per travasare la ricchezza sottraendola alla nazione, che è la causa tutta la povertà.
Capitolo 8
Geopolitica: popoli e nazioni come pedine
377
Guardando alla storia senza i paraocchi imposti dalla storiografia “politicamente corretta” risalta il ruolo che hanno avuto nelle vicende le banche centrali e i loro padroni. Questi individui, per non apparire allo scoperto, si sono costruiti personaggi “di facciata” e la gente venne indotta a credere che essi fossero i veri attori, così come ad esempio Rockefeller servì a celare le manovre della casa Rothschild improntate all’eugenetica.
Capitolo 9
Geoingegneria: trasformazioni fisiche e sociali
427
Bisogna prendere atto che i cambiamenti climatici vengono determinati da coloro che hanno i mezzi per controllare le condizioni atmosferiche, come anche dell’esistenza di armi geofisiche e di strumenti per il controllo mentale. Gli effetti delle scie chimiche e degli esperimenti relativi alle armi biologiche passano inosservati grazie all’opera di industrie del condizionamento e della manipolazione mentale. Istituzioni finalizzate alla guerra psicologica vengono utilizzate per costruire il consenso e manipolare le opinioni dei popoli per indurre gli uomini ad agire contro il proprio interesse.
Capitolo 10
Le fondazioni: battaglia per la mente e il corpo
485
Le fondazioni istituite dai miliardari sono inserite nel piano di dominio mondiale e assolvono compiti di ingegneria sociale funzionali ad esso. La loro influenza in campi come l’educazione, la medicina, il controllo delle nascite o la diffusione degli OGM, ha precluso ai popoli del mondo un’informazione obiettiva in tali campi. In questo modo la gente è stata privata di molte metodologie utili, dettate dal buon senso, dall’intelligenza e dall’amore.
Capitolo 11
Corporation: le persone fisiche schiave di quelle giuridiche
547
Le società di capitali sono nate storicamente per finanziare le guerre coloniali. Le moderne forme societarie che limitano la responsabilità dei soci affondano le loro radici nelle sanguinose imprese di saccheggio. Esaminando la struttura e la funzione di queste finzioni giuridiche comprendiamo il meccanismo delle scatole cinesi societarie mediante il quale operatori occulti dominano l’economia servendosi di persone interposte. Di fatto, mediante una depravazione giuridica, le corporation transnazionali sono divenute delle “persone” prive di principi morali che hanno dato vita ad un’economia predatoria.
Capitolo 12
Inganni: truffe, frodi, menzogne
601
Per mantenere in piedi il castello di menzogne è stata falsificata perfino la storiografia. Infatti nel corso della storia molti eventi si sono svolti in maniera ben differente da come ci è stato insegnato. Vari esempi ci mostrano come l’immagine che la gente ha degli avvenimenti storici e anche dei fatti scientifici sia stata volutamente deformata dalla propaganda al fine di tutelare i più colossali inganni perpetrati ai danni dei popoli. Solo con lo svelamento della nuda realtà dei fatti si profila un futuro radioso.
Capitolo 13
Globalismo: norme e tasse, cui bono?
659
La globalizzazione che avvantaggia multinazionali, finanzieri e speculatori, nuocendo ai popoli, non è frutto di un’evoluzione naturale. Per realizzare il piano di dominio mondiale è necessario far scomparire quelle entità storiche che sono le comunità etniche, trasformando i popoli in semplici masse. I trattati internazionali congegnati per inficiare l’autosufficienza delle nazioni, i grandi fenomeni migratori che si risolvono in popolazioni eterogenee, l’aumento della pressione fiscale e l’appiattimento culturale sono fenomeni prodotti di proposito per imprimere all’evoluzione umana una direzione del tutto innaturale al fine di creare uno Stato di sorveglianza tecnologico e poliziesco integrato con il sistema bancario.
Capitolo 14
Economia: schema Ponzi e dittatura?
709
Le teorie degli economisti hanno tutte un fondamentale difetto sistemico in quanto tutte omettono il principio stesso della creazione del denaro. Questo rappresenta un immane inganno per sfruttare i popoli, per il quale la bellezza, la verità e la bontà sono state sacrificate alla dittatura della finanza. Diversi esempi rendono chiaro questo inconcepibile abigeato e tutta la corruzione filosofica che ha reso possibile cose come il saccheggio dei beni pubblici chiamato “programma di privatizzazioni” o la scarsa qualità e durevolezza dei prodotti odierni. Tale presa di coscienza è la premessa necessaria per il ritorno al buon senso.
Capitolo 15
Casinò finanziario: la morsa della cupola
767
Il sistema economico determina il comportamento sociale. Il nostro sistema economico è dominato da squilibrati mentali che con le loro manipolazioni finanziarie hanno creato il capitalismo da avvoltoi. L’economia funziona secondo meccanismi molto semplici e comprenderli vuol dire liberarsi dalle macchinazioni dei Rothschild e dei loro compari. Conoscendo il funzionamento del sistema bancario mondiale diretto dalla BIS di Basilea crolla tutto l’illusorio sistema fatto di debiti e inganni.
Capitolo 16
Economia e politica: antropologia dell’imbecillità
819
Il sistema che governa attualmente la società si fonda su un imbroglio criminale che viene perpetrato ai danni del mondo da tutte le banche indistintamente, poiché tutte sono controllate dall’oscura BIS, banca centrale delle banche centrali. Il più grande scandalo a memoria d’uomo consiste nel meccanismo che permette a pochi individui emotivamente sottosviluppati di depredare, razziare e sfruttare i popoli della Terra, erigendo un castello di menzogne.

Comincia a leggere il primo volume

PREFAZIONE

Cara lettrice, caro lettore!

Un mondo migliore! Chi, uomo o donna, povero o ricco, non vorrebbe vivere in un mondo migliore? Sappiamo tutti che cosa non ci piace di questo mondo e come vorremmo che fosse il mondo in cui ci piacerebbe vivere. Ma che cosa possiamo fare? Ci sentiamo spesso impotenti di fronte al divario che separa la realtà dalle nostre aspirazioni e frustrati dalla nostra impo­tenza.

Ma i tempi sono oramai veramente maturi per un autentico cambiamento. Un mutamento epocale resosi necessario e inevitabile anche per una semplice ragione di sopravvivenza della specie. Padre Alex Zanotelli ha detto che «Dio sogna un mondo diverso». E una parte fondamentale nella realizzazione di questo sogno divino ce l’hanno i sogni degli uomini. Uomini senza sogni non sono che dei morti viventi. Ma gli uomini si sono abituati a considerare i loro sogni delle utopie, e quindi negano ai loro sogni la possibilità di essere vissuti nella realtà. Ma se i nostri sogni coincidono con il famoso sogno di Dio, di cui parlava padre Zanotelli, che null’altro può essere se non un mondo in cui tutte le creature di Dio possano essere felici, allora dobbiamo assolutamente trovare il collegamento tra il sogno e la realtà. Dobbiamo voler agire il nostro sogno a occhi aperti, viverlo, renderlo reale, subito. Un sogno sognato a occhi aperti, con la mente e il cuore contemporaneamente, produce infatti quel tipo di visione che vuole manifestarsi nel mondo materiale.

Dunque è innanzitutto necessario trasformare il sogno in una visione, quindi in un progetto concreto e poi in azioni mirate. La visione, ovvero quello stato in cui la mente supporta con dati concreti il desiderio dell’animo, genera felicità ed entusiasmo, si permea di essenza creativa e vuole essere messa in pratica. Tutti i grandi progetti iniziano così. La chiarezza della visione traccia la rotta ed è il primo ingrediente necessario al successo. In un sogno è difficile credere, mentre la visione genera fiducia, trasmette potere positivo.

Questo libro vuole piantare l’albero della visione, affinché germogli e dia frutti. Perché ciò a cui in fondo tutti aneliamo, cioè vivere in un mondo in cui regna l’amore, in cui gli uomini siano fratelli e possano camminare mano nella mano senza equivoci, non rimanga solo un sogno. Una volta focalizzato bene il problema che ci impedisce di vivere la vita come vorremmo, appresi i mezzi per rimuoverlo e conosciuta la via per raggiun­gere l’obiettivo, nulla ci impedirà di costruire il sistema sociale, politico ed economico che noi sogniamo.

Ma per raggiungere l’obiettivo è necessaria l’azione. Come ci insegna Sai Baba, «La visione senza azione è solo un sogno, l’azione senza visione è un incubo, ma visione e azione unite possono cambiare il mondo». Avere una splendida visione, e mettersi al lavoro per renderla visibile e concreta, accende certamente la passione di vivere. Ogni artista, inventore o creativo può confermarlo.

Per far diventare un sogno una visione dotata di tale energia da trasformarsi in progetto e azione, gli ingredienti fondamentali sono le informazioni che acquisiamo sulla fattibilità e la conoscenza dei mezzi e modi per la sua realizzazione. Informazioni e conoscenze sono infatti le basi del pensiero concreto, il cui grado di concretezza appunto distingue i sogni dalle visioni e dai progetti.

Sarà quindi necessario fare uno sforzo di apprendimento e acquisire le conoscenze necessarie sul problema e sulle sue soluzioni, e questo ci darà la forza necessaria a mettere in pratica subito quello che il nostro cuore ha sempre desiderato.

A volte, per vedere in maniera del tutto differente ciò che ci sta di fronte ci basta fare un passo indietro, come con un quadro d’autore, del quale possiamo ammirare dettagli e singole pennellate. Ma il significato dell’insieme del quadro ci verrà chiaro solo se sapremo guardare dalla giusta distanza. Con i problemi del mondo la situazione è analoga. Certo che scorgiamo i problemi del mondo guardandoli da vicino, ma probabilmente così facendo ci sfuggiranno altri problemi dei quali nemmeno ci accorgiamo e soprattutto i nessi che connettono tutti i problemi del mondo tra di loro. Quindi, per inquadrare il problema generale e scorgere chiaramente le soluzioni sarà necessario anche per noi fare un passo indietro, distanziarci dal nostro punto di vista ordinario e prendere atto di informazioni contenute in altre parti del quadro, sfuggite finora a una visione particolareggiata.

Perciò questo libro intende fornire molte informazioni di cui qualcuno ne conoscerà già approfonditamente alcune, mentre qualcun altro ne conoscerà altre. Colmare le lacune e vedere l’insieme permette di dare il giusto valore alle informazioni in proprio possesso e di visualizzarle nell’ottica più grande del quadro di insieme. Questo, ovviamente, ci permetterà poi di non doverci limitare a osservare il problema, ma ci fornirà gli strumenti concreti per prendere parte attiva alla sua soluzione.

Allora, cara lettrice, caro lettore, diverrai come un cronista americano descriveva a suo tempo Karl Marx, e cioè come «la più formidabile di tutte le forze composite: un sognatore che pensa, un pensatore che sogna». Quindi non è un caso se ora hai in mano questo libro e lo stai leggendo. Vuol dire che sei destinato a far parte dei salvatori del mondo. Ovvero, nelle parole del mahatma Gandhi, che «Sarai tu stesso il cambiamento che desideri vedere nel mondo».

Questo libro è un manifesto. Ciò significa che non tratta di teoria. Un manifesto vuole indicare tutte le cose che sono, ma non dovrebbero essere, e come trasformarle nelle cose che non sono, ma dovrebbero essere. Questo manifesto presenta la via verso un nuovo mondo, più umano e più piacevole da viverci, con tutte le sue implicazioni pratiche. E un manifesto richiede e pretende la manifestazione sollecita.

Per questo alla fine della lettura di questo libro sarai dotato di tutti gli strumenti necessari affinché tu possa fare del mondo un luogo migliore, utilizzando semplicemente le tue proprie capacità e i tuoi talenti, e potrai agire in tutta sicurezza e indipendenza. Benvenuto tra i costruttori del Mondo Nuovo. Benvenuto tra i primi partecipanti a un’avventura destinata a sortire un effetto valanga, che trasformerà il mondo in cui viviamo nella realizzazione dell’antico sogno del cielo sulla Terra.

Cara amica, caro amico, ti auguro di cuore una

buona lettura! 

Acquista il Manifesto della Sociosofia di Mario Haussmann

footer logo

Iscriviti alla Newsletter

Search

Questo sito fa uso di cookie anche di terze parti. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie.